Produzione industriale in calo ad aprile

La produzione industriale in aprile scende del -0,3% rispetto al mese precedente, pur conservando la direzione verso la crescita sia in termini tendenziali (in confronto ad aprile 2014) dello 0,1% sia anche nel confronto trimestrale con aumento dello 0,5% nel trimestre febbraio-aprile rispetto al trimestre che lo ha preceduto. Questi i dati Istat diffusi in mattinata.
Analizzando i diversi settori, sono in calo:

  • industrie tessili, abbigliamento, pelletterie ed accessori (-6,2%)
  • produzione di oggetti metallici, ad esclusione di impianti e macchinari (-5,1%)
  • industrie alimentari, produzione di bevande e tabacchi (-2,8%)
Al contrario risultano invece in crescita:
  • produzione di mezzi di trasporto (+17,1%)
  • fabbricazione di coke e prodotti della raffinazione del petrolio (+16,8%)
  • prodotti farmaceutici (+9,1%)
La stasi della produzione industriale in effetti era in parte già deducibile dal comunicato sul numero di occupati di alcuni giorni fa, dove pur registrando un incremento dei livelli di occupazione, ne segnalava il miglioramento esclusivamente per il settore terziario e per gli ultracinquantenni.
Al momento quindi la base produttiva permane in una situazione di fragilità e soprattutto brilla per la sua mancanza tra le forze produttive la linfa vitale della giovinezza.

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Dalla parte dei bambini

Mercato immobiliare: cresce il volume di compravendite

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

Qualcosa di dolce per la buona domenica: torta di crema