Mattina: omaggio ad Ungaretti (poesia)

Con questi versi intendo partecipare all'evento #3 del gruppo #BrightMinds: la proposta di oggi vuole essere un omaggio al poeta Giuseppe Ungaretti ed in particolare ai versi del componimento "Mattina". Come tutti sanno la poesia è una delle più brevi e famose che si conoscano: "Mi illumino/d'immenso". Non tutti sanno invece, che il titolo originario di questi versi era "Cielo e Mare": una fusione di immensità, o meglio l'immensità allo specchio, un infinito spessore di azzurro...

MATTINA

Il primo respiro di luce:
sole nascente
stemperato
nell'aria infinita.

Sentiero di sguardo
aspirando,
digrada le tinte:
dal fuoco al celeste
sbiancato
disperso nel cielo lontano.

Spessori di spazio,
penetrante
sapore d'eterno,
deglutite
sfumature
d'azzurro rosato.

Goccioline pungenti alle nari,
suggestioni di voci narranti:
erba umida,
papaveri rossi,
spuma di onde.

E  voci lanciate
al firmamento
di parola incantata:
singolo soffio vitale.







Commenti

Posta un commento

Allora? Che ne pensi?

Post popolari in questo blog

Torre Del Greco: il penoso spettacolo delle spiagge invernali

Torre Del Greco: le strade discariche di rifiuti

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

La giornata FAI d'autunno: cosa c'è da vedere a Napoli

Abbracciami (poesia)