Paradiso ed inferno (poesia)

La vita è movimento: un cambiamento continuo sotteso dalla tensione verso un  obiettivo. La vita è desiderio e sottile dolore fino all'appagamento ed è speranza di giungere alla meta, ma  anche paura di non riuscire, fino all'angoscia paralizzante della rinuncia. La vita è inganno perché ogni desiderio appagato non basta a riempire lo spazio della mente, né a placare l'anelito dell'anima ed il grande disinganno della morte, mascherata da noia, da attesa, da piatta ripetizione di una quotidianità forsennata e priva di senso... il grande disinganno giunge sempre inatteso, minacciando inferni e paradisi per proiettare ancora desideri e paure nell'ignoto, oltre il recinto del tempo che ci è dato...

PARADISO

Dilata il tempo
nel luminoso vuoto
di un eterno presente.




INFERNO


Cuore affamato
di tormenti,
vorace di istanti
irranciditi
divora se stesso.


Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

Uguali, simili e diversi: quando l'integrazione è un percorso di crescita

Prevenire le malattie genetiche: il discusso progetto britannico

Chi pecora si fa, il lupo se la mangia

Il bambino epilettico a scuola

Il canto del contadino (poesia)