Una nuova mappa del cervello

La mente umana è uno dei misteri più affascinanti ed avvincenti per qualsiasi esploratore umano: che l'esplorazione poi contenga una impronta scientifica piuttosto che narrativa o culturale, questo dipende dall'indole dell'esploratore e dagli strumenti che sceglie di utilizzare per svolgere il suo lavoro: oggi voglio parlare della nuova mappatura cerebrale a cui la rivista scientifica Nature ha dedicato un articolo pochi giorni fa, il 20 luglio. Si tratta a tutti gli effetti dell'equivalente di una vera e propria cartina geografica, all'interno della quale sono state localizzate, oltre a quelle già conosciute, quasi altre 100 aree cerebrali corrispondenti a funzioni specifiche.

La mappatura più diffusa classifica 52 diverse aree della corteccia, ma attualmente le funzioni corticali sono state studiate non solo con la risonanza magnetica funzionale, che consente di misurare le variazioni del flusso ematico nelle diverse zone in risposta a stimoli specifici, ma con misurazioni multiple così da aumentarne l'attendibilità. In questo modo è stato possibile confermare 83 zone già note ed inoltre riconoscere altre 97 aree deputate a compiti specifici: sono quindi complessivamente 180 le zone cerebrali classificate nella nuova mappa. Lo studio, condotto presso la Washinton University Medical School, è stato guidato dal dr. Mathew Glasser e si fonda sulle osservazioni compiute su 210 individui adulti sani. La mappatura attuale è la più accurata disponibile oggi per gli scienziati, ma naturalmente non legge i meccanismi biochimici ed i flussi di informazioni circolanti nel nostro cervello. Di sicuro la ricerca non si fermerà qui...

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

C'è speranza: il WMO registra un recupero dello strato di Ozono

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

26 giugno: giornata internazionale per le vittime di tortura

L’ombra di Peter Pan

La tempesta (poesia)

Chi pecora si fa, il lupo se la mangia