Divino Eros (poesia)

Forse qualcuno pensa che io sia una bacchettona! 
Ma in realtà (paganamente) considero l'Eros divino e ritengo invece, che la pornografia stia all'Eros più o meno come l'autopsia di un cadavere sta al miracolo dell'unicità vitale di ciascun singolo individuo capace ancora di muoversi ed esplorare i misteri della nostra terra.
Rispondo con questi versi  a qualche puerile provocazione raccolta in giro per il web!
Buona lettura :-)

DIVINO EROS

Tumulto ritmato di sensazioni.
Umori trasudati nella calura estiva.
Anima alla finestra, 
sospesa sullo specchio
d'acque inquiete.
Torpore assetato.
Inebriante stordire
di aromi sconosciuti, 
In viscere profonde
stempera 
ogni sussurro di parola
e ne possiede 
ogni lascivo ventre.

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

C'è speranza: il WMO registra un recupero dello strato di Ozono

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

26 giugno: giornata internazionale per le vittime di tortura

L’ombra di Peter Pan

La tempesta (poesia)

Chi pecora si fa, il lupo se la mangia