Referendum greco: NO!

In Grecia al referendum vince il NO:

  • NO ai governi fantoccio esecutori delle direttive di lobby finanziarie
  • NO all'impoverimento crescente e progressivo dei popoli in nome della salvezza delle banche
  • NO all'approfondimento della forbice sociale con poveri miserabili e ricchi padroni del mondo
  • NO ai giochi speculativi (usurai) che ingigantiscono i debiti delle nazioni più deboli
  • NO alla reificazione delle persone, meri strumenti di produzione di reddito (per consentire ai governi di pagare gli interessi alle banche sul debito, ma privi di diritti come lavoratori e come persone)
  • NO all'austerità sulla pelle di chi già non ce la fa a mettere un piatto a tavola
Nessuno sta giocando a monopoli: sono in gioco diritti umani ed il concetto stesso di umanità.

Le proiezioni di questa sera danno il NO al 61%: la Grecia uscirà dall'euro?
Ora non lo sappiamo, quello che sappiamo è che la Grecia non era un paese ricco, ma la moneta unica e le speculazioni finanziarie ne hanno ulteriormente gonfiato il debito e ridotto allo stremo la popolazione. L'affluenza dei cittadini greci alle urne è stata altissima: secondo l'agenzia Ansa, ha votato il 65% degli aventi diritto.
La domanda è un'altra: cosa vuole essere l'Europa?
Cosa risponderà l'Europa alla ribellione ed alla rabbia della gente?

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Dalla parte dei bambini

Mercato immobiliare: cresce il volume di compravendite

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

Qualcosa di dolce per la buona domenica: torta di crema