A proposito di blog

foto di Vincenzo Ascione
E niente: mi sono messa a smanettare su blogger: prima di tutto ho aggiornato il blogroll, l'elenco letture, presente sul mio profilo.  Seguo una quarantina di blog, ma ho dovuto eliminare alcuni siti inattivi o non più esistenti ed altra roba strana. Nel blog ho conservato la struttura grafica, ma cambiato le immagini: un saluto a pugno chiuso a Che Guevara, viaggiatore, avventuriero, idealista, compagno, carico del fascino della sua giovinezza stroncata, un'icona degli anni dell'adolescenza, non soltanto della mia.

Ho scelto il mare, il mio mare in tempesta sotto il cielo infuocato: queste foto raccontano  qualcosa di me. Scattate poche settimane fa in una di quelle giornate impazzite di questo sofferto cambio di stagione, che ormai è avanzato fino all'afa soffocante, passando attraverso bufere e bonàccie improvvise e del tutto immeritate ed imprevedibili, come capita a volte anche nella nostra vita. Era una passeggiata e chi mi camminava affianco è una persona che vedo di rado, una di quelle che uno conserva dentro comunque, come un pezzo della struttura portante di ciò che ciascuno di noi riesce ad essere.

Ci sono momenti che azzerano il tempo, in cui i ricordi diventano presenze, che durano lo spazio di un respiro, quando si può tacere perché ciascun silenzio ed ogni parola hanno un significato che già conosciamo e ci rassicura come il ritmo musicale del nostro nido, come i rumori e le voci di casa in una infanzia trascorsa e sedimentata in fondo all'animo.




Commenti

  1. Vedo che anche tu cara Sfinge non riesci a stare con le mani in mano. Hai fatto bene a smanettare e il risultato è molto gradevole, la foto del tuo mare infuocato poi e straordinaria, però .. in un angolino piccolo piccolo il Che non poteva restare? :(
    Buona domenica.
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marina, credo che il Che sia comunque rimasto nella icona del blog ;-) buona domenica a te!

      Elimina
  2. Ottima scelta! Ogni tanto cambiare si deve.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Annalisa: le foto sono della passeggiata verso il porto, qui al paesetto che tu già sai... Un bacione

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

C'è speranza: il WMO registra un recupero dello strato di Ozono

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

26 giugno: giornata internazionale per le vittime di tortura

L’ombra di Peter Pan

La tempesta (poesia)

Chi pecora si fa, il lupo se la mangia