L'inganno del tempo (poesia)


Dimenticato talvolta, dilatato, compresso, proiettato nello spazio infinito, il tempo eterno e quello finito di ciascuna storia e delle vite ripiegate sui sogni o aperte ad esplorare universi. 
Ma sempre inganna, quando appare fermo ed immobile, quando corre, volando e disgregandosi in istanti senza memoria, quando danza balenando per fondersi nel paesaggio. Solo un inganno.





L'inganno del tempo

Così consuma
l'anima antica
del bimbo solitario.

Sfogliando giorni
come pagine di libri
e di destini,
intento
alla conta degli istanti,
rivelati nei petali
di fiori recisi.

Avvinto
dalle esalazioni intense
dei lucidi deliri
in memorie esaltate.

Trasalire
ai lenti e sinuosi
richiami adagiati
nel soffice nulla
oltre il varco di ogni fine.

E l'inganno del tempo
e la fuga e l'affanno
e l'attesa inebriata
d'un eterno schiacciato
sui vetri
a fronte del cielo.

Commenti

Post più popolari