La teoria dell'idiozia maschile: evidenze scientifiche

Una certa competizione di genere nella specie umana esiste da sempre, sicché se voi oggi affermate che gli uomini sono degli idioti, avete molte probabilità di raccogliere il consenso o quanto meno di suscitare la divertita approvazione della maggior parte delle donne: il fatto è che, a quanto pare, la cosa è stata oggetto di uno studio scientifico abbastanza serio (forse) pubblicato pochi giorni fa, l'11 dicembre, sulla prestigiosa rivista British Medical Journal. L'articolo, effettivamente godibilissimo, è una open source, che vale la pena di leggere: si tratta di una ricerca, condotta nel nord dell'Inghilterra da Daniel Lendrem, Denis William Lendrem et al. sui vincitori del cosiddetto Darwin awards negli ultimi 20 anni, dal 1995 al 2014.

Allora per chi non ne fosse al corrente il Darwin awards è un riconoscimento piuttosto sarcastico che viene assegnato annualmente a coloro che hanno aiutato a migliorare il patrimonio genetico della specie umana, autoeliminandosi in forme scenograficamente idiote. Comportamenti stupidi candidati per il Darwin awards comprendono storie come quella di un terrorista che ha spedito una busta  esplosiva con affrancatura insufficiente e... l'ha aperta quando gli è tornata indietro o la bravata di qualcuno che si è lasciato trascinare da un treno, agganciandovisi con un carrello della spesa ed ha finito per soccombere prima che il treno riuscisse a fermarsi ed altre piacevolezze sul genere.

Bene i dati sono questi: 413 candidature di cui 332 verificate in modo indipendente e confermate dal comitato Darwin awards, di queste 14 erano situazioni agite da una coppia e pertanto sono state eliminate dallo  studio, lasciando infine 318 casi validi per l'analisi statistica. Dei 318 casi validi e studiati 282 erano soggetti di sesso maschile e solo 36 erano donne! I maschi rappresentano pertanto l'88,7% dei vincitori del Darwin awards, con una differenza statisticamente molto significativa.
La teoria dell'idiozia maschile (MIT = male idiot theory) sembra quindi fortemente supportata in questo studio. L'ipotesi della teoria è che gli uomini sono degli idioti e gli idioti fanno cose stupide.


Resta da comprendere quali siano o possano essere le ragioni o le caratteristiche che condizionano una così marcata differenza di genere nei comportamenti stupidi.

I ricercatori nel riconoscere i limiti del loro lavoro, ipotizzano che possa esservi stata una selezione alla base: ad esempio potrebbe essere più probabile che le donne segnalino un uomo per un Darwin awards, che non viceversa o che il comitato selettivo del premio tenda per propria forma mentis e retroterra culturale a ritenere più interessanti e degni di candidature le idiozie commesse dagli uomini, ancora il più frequente uso di alcolici nel sesso maschile potrebbe incidere sui risultati.
Si potrebbe anche ipotizzare una maggiore tendenza all'esibizionismo nel sesso maschile, condizionata culturalmente: il bisogno di essere visti, potersi poi vantare delle proprie bravate e del coraggio dimostrato, sarebbe in ipotesi una delle condizioni che possono spingere gli uomini a correre rischi inutili.


Veramente esilarante la conclusione degli autori, che non posso fare a meno di riportare testualmente:



 "We believe MIT deserves further investigation, and, with the festive season upon us, we intend to follow up with observational field studies and an experimental study—males and females, with and without alcohol—in a semi-naturalistic Christmas party setting."



E voi cosa ne pensate?


Commenti

Post più popolari