Pensieri nella notte (poesia)

I pensieri alla sera scorrono nelle menti stanche: nessun controllo, nessun sentiero, né strada gli viene tracciata ed essi allora rivelano la propria natura. Privati del centro di gravità mentale, si muovono aggregandosi e disgregandosi al capriccio minuscolo di forze insignificanti, centellinando l'aria, elettrone per elettrone e sfiorando la distesa magmatica delle emozioni a creare mulinelli confusi, fughe centrifughe, agglomerati assurdi ed affascinanti. 
Possono divenire un tormento per chi teme il disordine o se ne lascia trascinare, uno strano ricordo per chi sogna, il proprio filo di scarica a terra per chi li usa in efficienza, la dimensione creativa per chi li vive: ciascuno ha la sua chiave ed ogni chiave non apre che una porta....

Pensieri nella notte

Alla sera posano i pensieri,
volteggiando lentamente
fino al fondo invisibile del buio
e vanno accarezzando l'aria
disorientati in piume leggere
di  scintille elettriche avvinghiate
ad ogni goccia trasparente di ambra pura.
Svanire nel profondo del flusso di bisbigli,
aderire attratti da una foglia di smeraldo,
invischiarsi nella pece della notte
e sollevarsi in balia del vento
fino a impregnarsi degli umori marini.

Solitarie piume smarrite

nell'attrarsi e respingersi,
solo sospinte dal richiamo
della terra, dai fiati di brezza
e dall'aura sottile, vaga della sua carica
che le guida a tentoni nell'immenso.
Veli traslucidi liberi o attaccati,
gravi nell'umido, leggeri nel vento,
si scompongono in frammenti di nubi
e si addensano in ogni forma
di nuovo creato.
Solo pensieri, perduti nella notte.

Commenti

  1. Solo pensieri o una parte di noi che cerca di alontanarsi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patricia: solo pensieri, ma ogni pensiero vive una vita propria e quella vita si nutre di chi li ha concepiti... ed ogni chiave non apre che una sola porta... ed anche se una sola persona possedesse l'intero mazzo potrebbe varcare solo una soglia alla volta ed altre la soglia può accadere di perdersi...

      Elimina
    2. Volevo dire: oltre la soglia (maledetti refusi!!) Buon pomeriggio Patricia.

      Elimina
    3. Bello quello che hai detto. Ogni pensiero vive di vita propria e si nutre di chi lo ha concepito.
      Giusto! E' che a volte, questi pensieri, possono anche straziarti se sono proprio neri.
      Forse a quel punto è il "pensatore" che vorrebbe allontanarli. Pensarli fino a quando sono consumati e spariscono da soli.
      Mica semplice però!
      Ciao Clara. Buona serata

      Elimina
    4. I pensieri sono traslucidi come piume ed il loro colore dipende dal fascio di luce che li investe: non serve allontanare i pensieri a chi li vede neri, anche il vuoto sa essere nero... bisogna cercare il colore della propria scintilla... buona serata Patricia.
      Un bacio sfiorato come piuma leggera... a proposito di piume: tu conosci il mio motto? Meglio non prendersi mai troppo sul serio! ;-)

      Elimina
    5. No, non lo conoscevo però è giusto. Da persone serie si diventa seriose e noiose.
      Un bacio anche a te!

      Elimina
    6. Lo trovi sul mio profilo g+ non so se lo hai visitato, c'è scritto:

      "piume di pensiero mi volteggiano intorno... finiranno per farmi starnutire!"

      Non c'è nulla su cui non si possa ridere (incluse le proprie capricciose "ispirazioni") questa è una delle chiavi ;-)) Buona notte, cara amica.

      Elimina

Posta un commento

Allora? Che ne pensi?

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

L’ombra di Peter Pan

Il cielo stellato (poesia)