torta alla crema

Premetto che per preparare una buona torta alla crema è indispensabile un Q.I. pari o superiore a 90 e pertanto prego astenersi i meno dotati. Sono inoltre necessarie una certa dose di umiltà, come sempre accade, quando si tenta di domare la materia per realizzare le proprie creazioni (la materia non perdona e la conseguenza di una imprecisione anche poco rilevante sul piano logico, può tradursi semplicemente in un insuccesso ...), si richiedono, inoltre, abilità manuale nonché la acquisizione di un sufficiente grado di autonomia negli atti di vita quotidiana. Acquisito quanto enunciato nella premessa, procederò col suggerirvi la mia personale ricetta:

1) preparare il pan di spagna, io non peso gli ingredienti, ma regolo la dose col cucchiaio, per 8 persone faccio un pan di spagna con 6 uova, bisogna che le uova siano di frigo. Separare gli albumi dai tuorli in due diverse zuppiere o recipienti a sponda alta, aggiungere un pizzico di sale negli albumi e quindi montare con lo sbattitore elettrico fino ad ottenere una spuma dura e compatta, ora aggiungere  nei tuorli , tenuti a parte, 6 cucchiai da cucina di zucchero ed un cucchiaio di acqua, quindi montare a schiuma. A questo punto versare i tuorli negli albumi, mescolando bene e con delicatezza, continuando poi  a mescolare, anche con  l'aiuto dello sbattitore  elettrico, setacciare dentro l'amalgama 6 cucchiai di farina curando che non si formino grumi, aggiungere un pò di scorza di limone grattugiato e/o aromi a piacere, infine setacciare una bustina di lievito in polvere per dolci (16 gr.) e mescolare bene. Otterrete un impasto abbastanza liquido: versate l'impasto in un ruoto che avrete preventivamente imburrato ed infarinato, di circa 20 o 25 cm. di diametro, e fate cuocere in forno preriscaldato (elettrico ventilato a 180°, se gas 200°) per circa 30 min. Se avete poca esperienza sarà meglio usare un ruoto di quelli a cerchio apribile in modo da facilitare dopo il distacco della torta.

2) preparare la crema pasticcera, questa è una operazione del tutto indipendente(*) che potrete avere svolto anche prima di dedicarvi al pan di spagna, anzi, magari è meglio così la crema avrà  tempo di raffreddarsi. Per una semplice crema pasticciera io procedo così: nel pentolino del latte (a sponda alta n.d.r.) metto 4 o 5 cucchiai da cucina di zucchero, a seconda di quanto piace dolce, allo zucchero mescolo 2 cucchiai di farina e li amalgamo a secco perchè così si previene la formazione di grumetti, aggingo 2 uova intere (anche se alcuni usano 4 tuorli) e mescolo poi, gradualmente, aggiungo 1/2 litro di latte sempre mescolando e solo a questo punto porto sul fuoco continuando a mescolare fino alla ebollizione. A questo punto si sarà addensata la crema, ma, se malgrado le nostre precauzioni si sono formati grumi, passare semplicemente al setaccio. In realtà è meglio passare al setaccio comunque nell'ipotesi che potrebbero esservi grumi non immediatamente visibili e noi dobbiamo fare una crema, mica una frittella ... lasciar raffreddare la crema ,e, per evitare che si formi in superficie la solita patina, spalmarvi sopra giusto un cucchiaino da caffè di burro o margarina (sarà facile perché la crema è ancora calda)

3) montare la panna anche qui va segnalato quanto già indicato in (*). Tenete nel congelatore per circa 30 minuti
la bustina di panna da montare, il pentolino a sponda alta e le fruste dello sbatttore che userete, versate quindi la panna liquida nel pentolino e montate con lo sbattitore a velocità massima finchè sia durissima, conservatela in frigo. Se la panna non è già dolcificata dovete aggiunfgervi lo zucchero prima di montarla (nota per i meno dotati).

4) preparare la bagna, acqua  2 bicchieri, zucchero 3 cucchiai , scorza di limone, vanillina, rhum 1/2 bicchiere mescolare e lasciar bollire, sempre mescolando, di tanto in tanto, finché la scorza sia cotta e il liquido si sia circa dimezzato.

Conclusione
 
A questo punto abbiamo tutto pronto: scodelliamo il pan di spagna su di  un piatto da portata e lo tagliamo al centro dello spessore, spostiamo il "cappello" cioè la parte superiore, lasciandolo ben intero, quindi cominciamo a bagnare la parte poggiata ancora sul piatto, usando un cucchiaio e curando di non lasciare parti asciutte specie nei bordi. Se mescoliamo una metà della crema pasticcera (ben fredda di frigo) con 4 o 5 cucchiai di panna otteniamo una crema  molto delicata con cui farcire la torta. In  questa crema, volendo, possiamo mescolare pezzetti di cioccolato o fragoline o vedete voi, appoggiamo sopra a tutto ciò l'altra metà della torta e bagnamo (bagna ben fredda sennò la panna fa brutta fine), quindi possiamo glassare la torta col resto  della pasticcera e guarnire con fiocchi di panna, pezzetti di cioccolato o fragoline secondo quello che ci abbiamo messo o che ci piace. Tenere rigorosamente in frigo fino al momento di mangiarla (gnam!)

Commenti

Post più popolari