Napoli: sospesa l'assistenza ai disabili

10/07/2013

Hanno piegato le braccia i dipendenti delle cooperative sociali di Napoli, che fino ad oggi si sono occupate dell'assistenza a ben 2000 disabili gravi residenti nel territorio: il Comune non dispone di fondi per remunerare queste cooperative, che operano in regime di regolare convenzione con l'Ente pubblico. Gli operatori socio sanitari  normalmente impegnati nel servizio   sono rimasti di conseguenza senza stipendio e costretti ad un  "volontariato forzato"già da diversi mesi.

Da ieri gli operatori socio assistenziali manifestano davanti al palazzo del Comune, ma oggi, dopo un ennesimo rinvio dei pagamenti dovuti hanno deciso di sospendere il servizio ed a  partire da  domani i dipendenti rischiano di essere messi in mobilità.
Sono 134 i lavoratori interessati, che negli ultimi mesi hanno praticamente lavorato gratuitamente e circa  2000 i disabili gravi fino ad oggi seguiti per l'assistenza domiciliare.

Questi servizi di assistenza, previsti e dovuti nelle situazioni di grave handicap rappresentano la condivisione sociale dei carichi del lavoro di cura di cui queste persone necessitano per l'accudimento materiale, la comunicazione e le stimolazioni necessarie ad una qualità di vita dignitosa.



OkNotizie

Commenti

  1. ringraziamo i nostri governanti..........non hanno disabili in famiglia?!!!

    RispondiElimina
  2. Mah anche se li hanno con tutti i soldi che riescono a prendere dallo stato, di sicuro non devono porsi il problema dell'assistenza .... :-(

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

C'è speranza: il WMO registra un recupero dello strato di Ozono

L’ombra di Peter Pan

Chi pecora si fa, il lupo se la mangia

26 giugno: giornata internazionale per le vittime di tortura

A proposito di blog