Intellicare: la app terapeutica per ansia e depressione

C'era da aspettarselo che sarebbe accaduto: ecco che arriva il terapeuta digitale, una app, Intellicare, che utilizza particolari algoritmi per suggerire agli utenti applicazioni che , fondandosi sulle informazioni fornite dagli utilizzatori, individuano e forniscono i suggerimenti appropriati, gli insegnamenti e le indicazioni normalmente adottate in casi simili dagli psicoterapeuti.
Secondo l'articolo pubblicato l'8 aprile sul sito della Northwestern University, questa app è in grado di selezionare il programma di terapia adeguato in base ai sintomi riferiti: per un eccesso di autocritica (ed autosvalutazione) può essere di aiuto "pensiero challenger", per i sentimenti di vuoto "Aspire" e così via.

Questa sorta di terapeuta robotico infatti è composto da 12 miniapp interattive e può essere scaricato gratuitamente su google play e su cellulari android.
Una seconda applicazione, Intellicare Hub, invece è in grado di esprimere consigli e raccomandazioni utili.
Il progetto della Northwestern medicine è stato finanziato dal National Institute of Mental Health.

La considerazione su cui si fonda il lancio di queste applicazioni è che negli Stati Uniti solo il 20% delle persone che soffrono di disturbi psichici, quali ansia e depressione si rivolgono effettivamente ad uno psicoterapeuta a causa di vario genere di difficoltà, quali problemi economici, indisponibilità di tempo o disagio nell'esporre ad un'altra persona le proprie debolezze.
Intellicare è stato progettato per riuscire a raggiungere il maggior numero di persone possibile ed offrire aiuto a tutti: si tratta, come è logico, di un progetto sperimentale e chiunque può scaricare le applicazioni senza alcun obbligo, ma i ricercatori sperano di ottenere dei feed back dagli utilizzatori in via riservata, attraverso quattro domande settimanali, in modo da verificare funzionamento ed efficacia del sistema ed avere quindi la possibilità di perfezionarlo, anzi gli utenti hanno la possibilità di iscriversi in uno studio, dove sarà chiesto loro di offrire un maggior numero di risposte dietro compenso economico.
Secondo gli ideatori si tratterebbe di una terapia di precisione sostanzialmente ispirata alle tecniche cognitivo-comportamentali: in sostanza quindi in presenza di un buon livello di consapevolezza del paziente, la app dovrebbe consentire l'apprendimento di tecniche utili nella gestione dei sentimenti di ansia e depressione.

Commenti

Post più popolari