10 dicembre: nella giornata mondiale dei diritti umani, l'OMS mette on line un nuovo data base per informare sui diritti dei malati mentali

10/12/2013

Oggi ricorre l'anniversario della dichiarazione universale dei diritti umani scritta dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre del 1948: per l'occasione l'OMS ha pubblicato sul sito l'informativa della messa on line di un nuovo data base indirizzato alle persone con disturbi psichici, dipendenza da sostanze o disabilità di vario tipo.
Il data base MINDbank è stato reso disponibile in internet  da oggi ed è mirato ad informare dei propri diritti  quelle fasce di emarginazione sociale, spesso violate ed abusate in quanto incapaci di difendersi e, di fatto, non a conoscenza dei propri diritti riconosciuti e/o delle opportunità offerte dai servizi sociosanitari di base.

L'assunto da cui si parte è che gli individui con disturbi o disabilità psichica  siano tutt'ora ed in tutti i paesi vittime di abusi e violazioni di ogni genere e pertanto lo scopo della piattaforma sarà quello di offrire uno strumento capace di facilitare lo scambio, l'informazione e la difesa da parte di chi, vivendo le difficoltà, in prima persona o attraverso i propri cari, può avvalersene nella ricerca di interventi, supporti e servizi dovuti e spettanti, appunto per diritto.

Il progetto MINDbank è incluso nella iniziativa Quality Rights dell'OMS ed in linea con il piano di intervento per la salute mentale globale previsto per il periodo 2013 - 2020 adottato dall'OMS lo scorso maggio.
La banca dati consente a chi vi accede di essere messo al corrente delle politiche sanitarie in materia di salute mentale presenti nel proprio paese e di cercare i migliori servizi e le pratiche di maggiore successo.
Al momento aderiscono alla piattaforma 160 paesi e le informazioni saranno costantemente aggiornate nell'intento di lasciarsi alle spalle, tra le vergogne del passato, le storie di segregazione e maltrattamenti dei malati mentali, promuovendo al contrario politiche di reintegrazione ed inserimento in realtà comunitarie di qualità elevata.


  OkNotizie

Commenti

Post più popolari