Il silenzio: i misteri taciuti dell'animo (poesia)

Dicono che il silenzio sia d'oro ... 
Non lo so: il silenzio di una persona può rappresentare timore e prudenza, ma anche ostinazione e rifiuto. 

Il silenzio della natura è sempre mistero per l'incanto o l'angoscia che ispira.
Il silenzio è la calma che precede la tempesta e la distruzione, il tacere immobile dell'agguato, l'attesa surreale nel lampeggiare di immagini, prepotenti alla mente nei sogni di veglia.

Il silenzio si incrina talvolta per caso nella malinconia, nel soffio di un sospiro troppo lieve per allontanarlo perché può pesare quanto un macigno che solo i gemiti della terra riescono a scuotere. 

Il silenzio talvolta è quel pudore velato che smorza  emozioni annegate nel sangue, quello che fascia le labbra finché la voce divenga un sordo ronzio, un rumore di fondo che  emerge e non dice.



Il silenzio

Tacendo fluisce
sommesso fra scatti e fruscii,
fischiando ovattato,
brusii di voci lontane.

Strisciando indistinto,
avvolge carezze sospese,
dilegua l’abbraccio di luce.

Attento, in ascolto,
 raggiunge un pensiero,
un profumo  ancora racchiuso.

Spiegandosi vola,
superbo e inviolato
e schianta
orizzonti nel sole.


Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

C'è speranza: il WMO registra un recupero dello strato di Ozono

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

L’ombra di Peter Pan

26 giugno: giornata internazionale per le vittime di tortura

Chi pecora si fa, il lupo se la mangia

A proposito di blog