Décade o decàde? This is the question


12/09/2013
Sono giorni ormai che sfogliamo la margherita e non sono più i tempi del "m'ama, non m'ama".
Per la verità con certe romanticherie ho sempre fatto fatica e mai mi fu dato sapere quali pensieri si annidassero realmente  dietro questa piccola crudeltà perpetrata ai danni delle margherite ...
 Mica sono veramente così romantici i ragazzi, magari lo si faceva anche un pò per posa, più facile che il maschietto pensasse: "me la dà, non me la dà", ma coi tempi che corrono e la libertà dei costumi  di oggi la cosa non è più di moda (né in discussione) in alcuna di queste versioni!
La versione attuale invece è: "decade, non decade", certo una roba di più limitato interesse per i giovani con tempeste ormonali in corso ed infatti si stanno cimentando nell'agone personaggi più attempati nella età anagrafica (poco è dato sapere di quella mentale) e se ne dicono e sentono di tutti i colori.
Pare che vogliano bruciare i copertoni in strada (che è una minaccia alla diossina?)  poi vogliono bloccare i treni (in Circumvesuviana meriterebbero di viaggiare ...) gridano che stanno stuprando la giustizia, sicché loro vorrebbero fare i "protettori" di questa vilipesa giustizia, ma la giustizia non si fida: dice che la stanno portando sul marciapiede e le stanno togliendo tutti i soldi senza contare lo stalking subito da un bel pò di tempo a questa parte ...

De cade non de cade: sono due decadi che sta lì! Pare che la cosa si decida la prossima settimana a partire dal pomeriggio di lunedì fino a mercoledì sera ...
In caso di stelle cadenti esprimete un desiderio ....

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

Uguali, simili e diversi: quando l'integrazione è un percorso di crescita

Prevenire le malattie genetiche: il discusso progetto britannico

Chi pecora si fa, il lupo se la mangia

Il bambino epilettico a scuola

Il canto del contadino (poesia)