Allarme futuro



Cosa ne sarà dei nostri bambini? L'allarme viene lanciato dalla organizzazione "Save the Children" che segnala l'aumento della povertà, l'ipoteca sul futuro di ciascun bambino che nasce, rappresentata dal debito degli stati: 3,5 milioni di euro, dividendo il debito pubblico col numero dei nuovi nati.
Gli investimenti per i servizi dedicati all'infanzia sono in calo e la povertà incide maggiormente al sud.
Un milione e mezzo di bambini vive in zone altamente inquinate, poi ce ne sono 700.000 che vivono in comuni a rischio per mafia, insomma un quadro poco confortante soprattutto per la salute (la povertà e l'inquinamento la fanno da padroni) ma anche per l'educazione, dato che contesti delinquenziali non favoriscono la formazione di buoni cittadini.
La generazione responsabile di questo saprà trovare percorsi capaci di rimediare, almeno in parte ai danni prodotti?

Commenti

Post popolari in questo blog

Torre Del Greco: il penoso spettacolo delle spiagge invernali

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

La giornata FAI d'autunno: cosa c'è da vedere a Napoli

Abbracciami (poesia)

Torre Del Greco: stalker a 19 anni