Monti si dimette



Il premier Monti è stato ricevuto questa sera al Quirinale dal presidente Napolitano e dopo circa un paio d'ore di colloquio viene comunicata la decisione "irrevocabile" di Mario Monti di dimettersi subito dopo l'approvazione del dl sviluppo.
Sembra che Monti si sia risentito delle parole duramente (e strumentalmente) critiche rivolte al suo governo dal segretario del PDL Alfano e quindi fa sapere che non intende continuare in queste condizioni l'azione di governo. La posizione di Monti è comprensibile: in fondo si è occupato di fare il lavoro "sporco" quello impopolare, per togliere proprio il partito che all'epoca era al governo (ovvero il PDL) dai guai, subirne anche l'insulto evidentemente è più di quanto sia corretto chiedergli ...
Ora saranno finiti i giochini: ciascuno si assuma le sue responsabilità.
Quanto sia già costato e quanto costerà ancora questo pasticcio all'Italia lo sapremo tra alcuni mesi.

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Il bambino epilettico a scuola

Il cielo stellato (poesia)