Contorni di ortaggi e verdure, questi sconosciuti ... (ricetta)

Cari amici buongiorno e buona domenica: oggi parleremo di prodotti della terra e di come presentarli in tavola. In effetti le verdure e gli ortaggi spesso richiedono una preparazione un pò più elaborata di quella che utilizziamo quotidianamente per la nostra cucina, imperativamente "veloce" considerati  i nostri ritmi quotidiani di vita, ma oggi è domenica e molti di noi non escono per andare al lavoro: come potremo quindi occupare il nostro tempo? Pensavate di dormire o indulgere a lungo ai piaceri del vostro nuovo idromassaggio nella vasca da bagno? Pensavate forse di passeggiare sul lungomare col vostro amico a quattro zampe? Voi pensate troppo! Questo lo diceva anche il mio professore di italiano a scuola: "bisogna pensare, ma non troppo".


Pensare troppo alla fine  rischia di confondervi le idee, mentre non c'è nessuna controindicazione a cucinare, specie se avete commensali affamati! Il lavoro ai fornelli ha la caratteristica di ogni attività di tipo artigianale in quanto coinvolge non solo la vostra manualità, ma anche la vostra capacità di programmazione motoria, ovvero la vostra ideazione: in altre parole dovete essere concentrati e pensare a ciò che state facendo mentre lo fate, sennò bruciate tutto. Questa caratteristica del lavoro artigianale in genere e della cucina in particolare risulta "terapeutica" perché occupa la mente sgomberandola da eventuali altri e sgraditi pensieri: dunque diamoci da fare, l'idromassaggio e la passeggiata sul lungomare ci aspettano!
Vi propongo un paio di cosette semplici: prepariamo melanzane e zucchini grigliati e poi carciofini e patate.

Melanzane e zucchini grigliati: prendete le melanzane ed i zucchini, puliteli, lavateli ed affettateli, secondo una scuola di pensiero le melanzane andrebbero anche pelate, ma esiste un contraddittorio storico sull'argomento, sicché io ho deciso che oggi farò a meno di pelarle. Importante è lo spessore delle fette, che tendono ad assottigliarsi con la cottura: un paio di millimetri dovrebbe essere quello giusto per riuscire a cuocerli alla griglia senza romperli perché troppo sottili. Scaldate la griglia e disponetevi le fette, girandole una volta sola. Una volta cotte vanno messe in un piatto e condite con olio extravergine di oliva, qualche goccia di aceto, aglio e prezzemolo e peperoncino tritati.

Carciofini e patate: lavate e pelate le patate e tagliatele a spicchi lavate i carciofi, puliteli liberandoli di tutte le foglie esterne più dure (le foglie esterne, se avete voglia potete bollirle, quindi con un cucchiaio ricavarne la polpa eventualmente da utilizzare per un tortino o una frittata o quello che la vostra fantasia riesce ad inventare) per questo piatto dovete usare i cuori del carciofo, perché si dovrà mangiarli tutti, senza bisogno di pulirli ulteriormente. Bene, una volta ricavati i cuori dei carciofi, tagliateli a spicchi e quindi mettete in un tegame le patate ed i carciofi, condite con olio extravergine di oliva, prezzemolo tritato ed origano (da aggiungere però a cottura quasi ultimata). Lasciate cuocere coperto per 30 o 40 minuti: insomma assaggiate o infilate la forchetta e spegnete quando è cotto! Che diamine ....
Buon appetito e buona domenica a tutti! :-)

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

C'è speranza: il WMO registra un recupero dello strato di Ozono

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

Come difendersi dalla psicopolizia

L’ombra di Peter Pan

20 giugno: la giornata mondiale del rifugiato

Chi pecora si fa, il lupo se la mangia