Minacce di morte per Antonio Ingroia




Ieri e poi di nuovo questa mattina sono state recapitate due lettere anonime, dirette ad Antonio Ingroia e contenenti insulti e minacce di morte. I contenuti delle due missive minatorie sembra siano assai simili:
"Ingroia, comunista di merda (....) ti facciamo fare la stessa fine di Falcone e Borsellino (...)".
La prima lettera è giunta ieri alla sede nazionale del Pdci e la seconda oggi alla sede nazionale dell'Idv a Roma.
Chissà se dobbiamo preoccuparci che ne arrivi una al giorno fino alla scadenza elettorale o invece che agli avvertimenti possano seguire i fatti.
Chi ha mandato la lettera ha voluto ribadire con maggiore forza il proprio intendimento: certo non c'era da preoccuparsi che Ingroia potesse non avere ricevuto la prima, visto che già ieri  ne avevano parlato  i media.
Chi scrive queste cose e perché? L'attacco è personale, non tanto diretto alla forza politica, ma proprio al personaggio in particolare.
Tra le varie propagande, spot, scorrettezze, bugie e truffe che stanno caratterizzando questa campagna elettorale, questo episodio è in assoluto il più grave ed indegno di una nazione civile.
Sui programmi politici di Rivoluzione civile si potrà discutere quanto si vuole in altre occasioni: sicuramente oggi invece è doveroso unirsi al coro di solidarietà che nel mondo civile ne  sostiene il leader e ricordare a tutti che è un dovere dello stato italiano proteggerlo e tutelarlo tanto dalle minacce, quanto dagli eventuali attentati che potrebbero seguirvi.

Commenti

Post popolari in questo blog

Le sette (vere) poesie più brevi al mondo

Ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati

Esiste la cattiveria? Cosa significa essere cattivi? Come accade e come difendersi?

Cercami (poesia)

La ricetta della domenica: il ritorno. Pasta alla puttanesca.