Minacce di morte per Antonio Ingroia




Ieri e poi di nuovo questa mattina sono state recapitate due lettere anonime, dirette ad Antonio Ingroia e contenenti insulti e minacce di morte. I contenuti delle due missive minatorie sembra siano assai simili:
"Ingroia, comunista di merda (....) ti facciamo fare la stessa fine di Falcone e Borsellino (...)".
La prima lettera è giunta ieri alla sede nazionale del Pdci e la seconda oggi alla sede nazionale dell'Idv a Roma.
Chissà se dobbiamo preoccuparci che ne arrivi una al giorno fino alla scadenza elettorale o invece che agli avvertimenti possano seguire i fatti.
Chi ha mandato la lettera ha voluto ribadire con maggiore forza il proprio intendimento: certo non c'era da preoccuparsi che Ingroia potesse non avere ricevuto la prima, visto che già ieri  ne avevano parlato  i media.
Chi scrive queste cose e perché? L'attacco è personale, non tanto diretto alla forza politica, ma proprio al personaggio in particolare.
Tra le varie propagande, spot, scorrettezze, bugie e truffe che stanno caratterizzando questa campagna elettorale, questo episodio è in assoluto il più grave ed indegno di una nazione civile.
Sui programmi politici di Rivoluzione civile si potrà discutere quanto si vuole in altre occasioni: sicuramente oggi invece è doveroso unirsi al coro di solidarietà che nel mondo civile ne  sostiene il leader e ricordare a tutti che è un dovere dello stato italiano proteggerlo e tutelarlo tanto dalle minacce, quanto dagli eventuali attentati che potrebbero seguirvi.

Commenti

Post popolari in questo blog

Torre Del Greco, il parcheggio al porto: la protesta viaggia sui social

Torre Del Greco, criticità rifiuti: la risposta dell'Amministrazione

Torre Del Greco: dove si svolgerà la manifestazione commemorativa del 4 Novembre

L'Italia non è un paese per giovani: lavorano solo i vecchi

L'egemonia del Lombardo-Veneto: domani il referendum