Oggi 4 condanne per i ragazzi morti all'Aquila nel crollo della casa dello studente





Si conclude il processo di primo grado per i giovani universitari morti nel crollo della casa dello studente, durante il terremoto all'Aquila nel 2009. Sono stati condannati in primo grado quattro dei tecnici che si erano occupati nel 2000 dei lavori di restauro della struttura.
Pace, Centofanti e Rossicone sono stati condannati a quattro anni, Sebastiani a due anni e mezzo: sono tutti accusati di omicidio, disastro e lesioni colpose.
Circa due milioni di risarcimento sono stati riconosciuti ai familiari delle otto vittime del crollo.
Gli imputati nel processo erano undici, ma per sette c'è stata assoluzione o non luogo a procedere in quanto non ritenuti direttamente responsabili dell'accaduto.
La sentenza non da tutti è stata considerata equa ed adeguata alla gravità dell'accaduto: le parti civili avevano chiesto la condanna di tutti gli imputati.
Dicono i familiari delle vittime:
"Dovevano farli uscire" questo sì, sarebbe stato giusto, ma oggi resta rabbia impotente.

Commenti

Post più popolari