Sesso e perversione





Personalmente preferisco le scelte, i comportamenti e le cose che meglio si armonizzano con ciò che è naturale, nel senso ecologico del termine: di norma preferisco le persone che parlano a quelle che cinguettano o muggiscono, ad esempio, e così preferisco l'accoppiamento naturale tra uomo e donna, piuttosto che altro.
 Lo so, gli omosessuali sono in tanti ed io credo di averli sempre difesi dalle ironie e dal disprezzo della gente, prima che venisse valutato il loro peso elettorale (del quale in verità niente mi importava ed ancor meno mi importa adesso ...). 
Ora qui si tratta di distinguere ciò che può essere un  accettabile orientamento sessuale da ciò che può essere una perversione.

Sì, perchè, sapete, anche i pedofili, cavalcando l'era di liberalizzazione dei costumi, sostengono che pure il loro è un "orientamento" sessuale: che ci possono fare? Li preferiscono molto giovani e allora? Del resto un pedofilo può orientarsi in omo o etero, anche in entrambi, talvolta ... 

Il maschile ed il femminile nella nostra sovrastruttura culturale corrispondono ad attribuzioni specifiche di  aggressivo-dominante, recettivo-sottomesso ed in effetti diversi tipi di perversione rappresentano un pò la caricatura di questa concezione culturale di ciò che sono la mascolinità e la femminilità. 
Certo se uno ha bisogno di un controllo onnipotente ha necessità di un partner del tutto indifeso  come un bambino, appunto.
Qualsiasi cosa uno voglia pensare degli omosessuali, sta di fatto che quando si tratta di persone adulte in rapporto paritario e capaci di scegliere liberamente per se stessi, quale che sia la loro scelta e quale che sia la nostra opinione, quello che fanno saranno pure affari loro!
Cambia molto il discorso se le persone coinvolte sono in una relazione fortemente asimmetrica per differenza di età, cultura, etc.

Evidentemente è assurdo tanto sotto il profilo giuridico che etico considerare la pedofilia un "orientamento sessuale", dato che questo tipo di orientamento implica, per definizione, l'abuso di un bambino od un fanciullo ... Solitamente non viene considerato un orientamento accettabile il sadismo ed altri comportamenti nei quali sia possibile riconoscere sopraffazione o plagio del soggetto più debole.
Se il soggetto più debole è un minore, la sua tutela è un dovere ed un diritto della società!

Per quanto mi riguarda non temo la parola "perversione" per sé stessa: c'è perversione e perversione, misura e misura, fantasia e realtà ... Considero la perversione come una deliziosa spezia rara, ma potenzialmente velenosa: un pizzico esalta il gusto, ma appena un granellino in più dà la nausea e fa vomitare, due granellini in più sono letali ... La perversione ... già: esistono numerose perversioni nella eterosessualità e nella omosessualità, ma di norma la legge persegue solo coloro che riescono a fare del male ad altri, infliggendo dolore, privandoli della libertà o della vita, plagiandoli ... ecco questi credo che siano REATI nel nostro ordinamento giuridico, reati penali rispetto ai quali il compito della società è di proteggere le vittime. 
Così io credo giusto tutelare gli omosessuali quando essi sono "vittime" e perseguirli quando sono "persecutori" ... In fondo è semplice ..

Commenti

Post più popolari